about-background-3 about-background-2 about-background-1 about-background-4 about-background-0

Un
nome,
un'identità
scroll-hint

Valori

Il vento muove, sposta, cambia, accarezza, scompiglia, travolge, orienta, semina, porta, suona, svela, rinnova…a volte con leggerezza a volte con una forza dirompente e sconvolgente. Apparentemente il vento può sembrare qualcosa di passeggero, ma nei suoi passaggi lascia sempre traccia di sé, segni che mutano paesaggi e prospettive. È come respirare un’aria nuova, non effimera, se si colgono con consapevolezza e profondità i doni che essa lascia.

about-image

Tante le sensazioni, le immagini e i pensieri che hanno ispirato e accompagnato la ricerca di un nome che potesse rappresentare questo progetto, un nome capace d’identificare non solo un luogo fisico, ma soprattutto il pensiero e i valori che esso avrebbe veicolato. Venti di Novembre è prima di tutto la data che celebra a livello internazionale la convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Un nome, quindi, che si fa identità forte e significativa di un luogo per i bambini, dei bambini, sui bambini, dove lo stare in relazione coincide con il riconoscimento, il rispetto e la conoscenza dei loro diritti da parte di noi adulti; uno spazio di dialogo e di pensiero sull’infanzia, come periodo della vita al quale restituire legittimità, serietà, rispetto, valore e dignità. Venti di Novembre, quindi, è una dichiarazione d’intenti che ha la responsabilità e il dovere di tradursi non solo in messaggio, ma soprattutto in pratica quotidiana, in progetto educativo e in ricerca continua. Tutti coloro che, mossi da interesse e curiosità, si avvicineranno a questo progetto, potranno sentirsi parte di esso, protagonisti attivi e co-costruttori della sua diffusione e realizzazione.

L'idea del nido d'infanzia Venti di Novembre nasce dal desiderio di dedicare, da un lato, uno spazio e un tempo di qualità alla nascita e alla crescita della vita umana nelle sue prime fasi di sviluppo e, dall'altro, di accogliere e dare voce ai pensieri, alle domande, alle riflessioni degli adulti che si trovano a vivere il confronto con l'infanzia e con l'essere genitore.

Se le finalità sono quelle di creare una comunità educativa e educante in grado di diffondere e affermare una nuova cultura dell'infanzia, anche attraverso la messa in discussione di ciò che in essa si dà spesso per scontato, non c'è contesto migliore del centro cittadino, piazza d'incontri tra persone di tutte le età, per rendere visibile e alla portata di tutti gli intenti di questo progetto. Venti di Novembre vuole offrire un contesto dove il rispetto e la legittimazione dell’unicità di ciascun bambino e dei suoi tempi si traducono in pratica quotidiana e occasione di scambio, dialogo e consapevolezza. Venti di Novembre vuole essere un luogo accogliente, che possa diventare punto di riferimento per chiunque si senta ispirato e toccato dai suoi valori educativi e pedagogici; un luogo dove le conoscenze e le idee non vengono trasmesse, ma accolte, messe in circolo e approfondite attraverso processi di apprendimento e di ricerca olistici, che hanno come protagonisti bambini e adulti in dialogo; un luogo dove il bambino è al centro dell'esperienza educativa in quanto persona competente che, fin dalla vita nel grembo materno, ha in sé la volontà, le capacità e le potenzialità per scoprire e apprendere dal mondo che lo circonda. Un bambino innovatore perché portatore di un nuovo sguardo e di nuove teorie sul mondo.

Per far sì che i bambini e le bambine possano esprimere loro stessi e le loro intelligenze, è necessario che al loro fianco ci sia un adulto che, con rispetto e gentilezza, dia loro fiducia, che sappia rispettare i loro tempi e le loro soggettività, che prima di dare loro le risposte ascolti le loro domande e accolga con interesse e curiosità i loro pensieri, le loro emozioni e le loro teorie interpretative sul mondo. Perché è proprio attraverso l'accoglienza di queste domande che adulti e bambini diventano interlocutori e danno significato al loro percorso di ricerca e di crescita.

Un altro elemento che determina e caratterizza in modo significativo la qualità e l’identità del Nido Venti di Novembre è il suo spazio, nel quale le famiglie, bambini e figure professionali si incontrano. Uno spazio educante e invitante pensato e progettato per dialogare con i valori pedagogici ai quali Venti di Novembre si ispira. Uno spazio capace di riflettere e far riflettere su una cultura d’infanzia, e di accogliere i bambini e le bambine non solo come cittadini di domani, ma come cittadini di oggi che, come tali, hanno il diritto di vivere e convivere in uno spazio pensato e curato per loro e da loro. Se sosteniamo, infatti, che i bambini sono i protagonisti dei loro percorsi di crescita e conoscenza, è fondamentale che essi abbiano la possibilità di realizzarsi in questo senso, abitando luoghi che suggeriscono infinite possibilità di apprendimento, che accolgono il loro fare e la loro meraviglia, che invitano a porsi domande e a mettersi alla prova, che sostengono e fanno avanzare i loro interessi e le loro inesauribili ricerche di significato.

Di conseguenza la ricchezza, la bellezza e la cura dei contesti, la varietà di materiale intelligente e non direttivo offerto ai bambini e alle bambine, la possibilità che gli si dà di transitare tra diversi linguaggi (i linguaggi grafico/pittorici, la natura e la scienza, la narrazione, il gioco simbolico, il corpo e il movimento, la musicalità, il gusto…) porteranno all’approfondimento e all’intreccio di tutti i campi esperienziali indagabili e alla scoperta e al consolidamento dei concetti, degli interessi e delle individualità di ciascun bambino nel gruppo.

2022 © Venti di Novembre